Eventi

LA TRAVIATA

Venerdì 28 e sabato 29 giugno 2019 il Chiostro dell’Istituto Sacro Cuore di Bitonto ospita “La Traviata” di Giuseppe Verdi sotto la guida dei direttori Renata Russo e Andrea Gargiulo, nell’ambito della prima edizione del “Festival delle Arti per l’Inclusione”.
Inserito nella rete dei festival “Bitonto, Città dei Festival 2019”, l’evento avrà come protagonisti i circa 40 bambini e ragazzi dell’Orchestra giovanile sociale MusicaInGioco di età compresa fra i 12 e i 19 anni, anche con diversa abilità, problematiche sociali e/o disturbi dell’apprendimento, coadiuvati da studenti del Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari di età compresa tra i 13 e i 19 anni, che eseguiranno le musiche originali, non facilitate, e saranno diretti dalle bacchette di Renata Russo, maestro sostituto del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, e di Andrea Gargiulo, docente del Conservatorio di Bari e fondatore dell’orchestra MusicaInGioco.
Sul palcoscenico accanto ai giovani solisti selezionati con audizione pubblica dai maestri Andrea Gargiulo, Margherita Rotondi e Lucrezia Messa, ci sarà anche il Coro lirico “Città di Bitonto”, diretto da Pino Maiorano e Anna Lacassia e più volte ingaggiato in produzioni liriche e festival in tutta Italia.
Per tutti un’occasione imperdibile per la propria crescita come artisti e come persone, partecipando a un festival promosso dall’associazione no profit MusicaInGioco, ispirata a “El Sistema” venezuelano di A.J. Abreu e individuata, unica in Italia, come buona pratica musicale per il sociale nell’ambito del progetto europeo Urbact, e realizzato in collaborazione con “La Macina” Associazione Socio Culturale, organizzatrice del BOF (Bitonto Opera Festival) giunto alla 16ma edizione, e da anni impegnata con successo al recupero sociale di minori provenienti da situazioni socio-familiari disagiate e al loro reinserimento nel campo dell’opera lirica, e con l’associazione “L’Atelier delle Arti”, presieduta dal mezzosoprano Margherita Rotondi e con sede a Palazzo Pesce a Mola di Bari, ormai punto di riferimento per la vita culturale del Mezzogiorno.
L’evento è realizzato con il patrocinio del Comune di Bitonto, del Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari, del Centro interuniversitario per l’Innovazione didattica dell’Unisalento (CIID) e dell’Ordine degli Psicologi di Puglia.

***

Venerdì 28 giugno h 21.00 Istituto Sacro Cuore di Bitonto
per acquistare il biglietto, clicca QUI

Sabato 29 giugno h 21.00 Istituto Sacro Cuore di Bitonto
per acquistare il biglietto, clicca QUI

***
Per info e prenotazioni: 339 117 5513

Chi siamo

“L’orchestra è una società che pratica per definizione l’interdipendenza, l’orchestra è un’impresa collettiva in cui tutti sono d’accordo nella voglia di affrontare brani sempre più difficili, e questo forma la personalità di ogni ragazzo: previene la droga, previene la violenza, ed è uno strumento insuperabile di sviluppo sociale. La musica opera questo miracolo: costruttivo, seduttivo, creatore, nel bambino e nell’adolescente'”

Con queste parole José Antonio Abreu, musicista ed ex ministro della cultura dei Venezuela, piccolo e minuto come un giunco ricurvo, soprannominato “papa dio” in patria, dove lo considerano un mito, sintetizza il sistema di orchestre che, nell’arco di un trentennio e con sovvenzioni pubbliche, ha organizzato una rete d’istruzione musicale che coinvolge 850 mila ragazzi, di cui il 90% arriva da famiglie disagiate.

 

MusicaInGioco è un’associazione che, ispirata a “El Sistema” fondato in Venezuela da A.J. Abreu e federata con il sistema nazionale “Musica e società”, dona lezioni e strumenti musicali a bambini e ragazzi prevalentemente in area disagio socioeconomico/ personale o con disturbi dell’apprendimento, ecc. (DSA, ADHD, sindrome di Asperger, di Down, Autismo) Attualmente, in Puglia, ha dato la possibilità ad oltre 2500 bambini/ragazzi (anche detenuti) di vivere la bellezza della musica. Il progetto è finalizzato a integrare positivamente nel gruppo i soggetti coinvolti in situazione di disagio e/o a rischio di abbandono scolastico, a recuperare e potenziare le competenze e l’autostima, a sviluppare attitudini ed abilità e a favorire le capacità di socializzazione e di cooperazione, a interessare alla musica e “sedurre esteticamente”, grazie alla bellezza dell’esecuzione orchestrale, resa semplice dal nostro approccio pratico, portando così alla creazione di numerose compagini orchestrali e corali.

La didattica reticolare MusicaInGioco è sperimentata da sette anni e nello scorso Febbraio ha ricevuto una lettera dal MIUR che la dichiara di interesse nazionale.

L’associazione MusicaInGioco è stata individuata nell’ambito del progetto europeo Urbact, unica in Italia, come buona pratica musicale per il sociale, è riferimento didattico del progetto “armonie per la salute a scuola”, incluso nel piano strategico regionale per la salute a scuola della regione Puglia.

I nuclei MusicaInGioco sono presenti a Bari, Adelfia, Bitonto, Acquaviva delle Fonti, Palo del Colle, Gioia del Colle, Lecce e attraverso il progetto “Armonie per la salute a scuola”, in tutte le scuole della Puglia che ne fanno richiesta nelle modalità previste.

I docenti

pagina in costruzione

Contatti

Puoi contattarci inviando una mail a:

andrea.gargiulo68@gmail.com

MusicaInGioco@gmail.com

 

 

DONAZIONI

Dal nostro profilo Buonacausa.org: “MusicaInGioco è un’associazione che, ispirata a “El Sistema” fondato in Venezuela da A.J. Abreu e federata con il sistema nazionale “Musica e società”, dona lezioni e strumenti musicali a bambini e ragazzi prevalentemente in area disagio socioeconomico/ personale o con disturbi dell’apprendimento, ecc. (DSA, ADHD, sindrome di Asperger, di Down, Autismo) Attualmente, in Puglia, ha dato la possibilità ad oltre 2500 bambini/ragazzi (anche detenuti) di vivere la bellezza della musica.” 

Aiutaci donando tramite bonifico sul conto corrente intestato a
MusicaInGioco con Iban IT07 B052 6241 380C C046 0710 912

 

Contribuisci anche tu all’acquisto di un fagotto per l’orchestra

cliccando sul link: www.buonacausa.org